Eurogruppo sollecita l'Italia a fare di più (2) – English

(ANSA) – Bruxelles, 5 dicembre – L'Italia deve prendere "significative misure supplementari" per assicurarsi che il suo bilancio 2017 conforme ai requisiti UE del patto di stabilità e crescita, l'Eurogruppo ha detto Lunedi.
"Siamo d'accordo con la valutazione della Commissione europea che il bilancio in Italia è a rischio di non rispettare il patto," la riunione dei ministri delle finanze dell'UE, ha detto. "Prendiamo atto che in base alle ultime valutazioni della Commissione 2017 lo sforzo strutturale in Italia sarà uguale a -0,5% del PIL, contro il + 0,6% richiesto nel braccio preventivo (del patto di stabilità e crescita). Sulla base di questo, significative misure supplementari sarebbero necessario".
Il braccio preventivo mira ad assicurare politiche di bilancio sana a medio termine impostando i parametri per la pianificazione e le politiche di bilancio degli stati membri.
L'Eurogruppo ha detto che ha riconosciuto l'Italia potrebbe beneficiare di una "deviazione più piccola ma comunque significativa dal (budget necessario) di regolazione" a causa del migrante e il terremoto di spesa e "ha invitato a Roma a prendere le misure necessarie per garantire che il bilancio è in linea con le regole ". la spesa aggiuntiva per i rifugiati, la sicurezza, e il sollievo terremoto e ricostruzione "potrebbe portare a una deviazione più piccola ma comunque significativa dal aggiustamento necessario per rendere l'obiettivo a medio termine", ha detto l'Eurogruppo.
"Chiediamo l'Italia ad adottare le misure necessarie per garantire il bilancio 2017 è in linea con le regole braccio preventivo", i ministri delle Finanze hanno detto.
L'Eurogruppo farà una nuova valutazione di misure di bilancio supplementari chieste d'Italia e altri sette paesi in marzo, ha detto. In questo modo vedere se si incontrano gli impegni per la convergenza a medio termine e sul debito pubblico, ha detto.
La riunione dei ministri delle finanze dell'UE ha avuto luogo in assenza d'Italia di Pier Carlo Padoan, che doveva recarsi a Bruxelles, ma rimase a Roma, invece, dopo Premier Matteo Renzi ha annunciato si sarebbe dimesso dopo aver perso un referendum sulla sua legge di riforma costituzionale.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright ANSA

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *